Ortodonzia fissa

implantologia fissa

Oltre il 50% dei bambini e degli adulti necessitano di trattamenti di ortodonzia fissa principalmente a causa di malocclusioni, di affollamento dentale o di presenza di diastemi (ossia con spaziature fra un dente e l’altro).

Negli ultimi anni è stata dedicata sempre più attenzione all’estetica e all’armonia del sorriso e indubbiamente gli apparecchi fissi sono un valido aiuto per migliorarla.

Il sorriso, infatti, è uno dei primi aspetti che si notano in una persona e per questo motivo è così importante valorizzarlo.

Non si tratta di una questione solamente estetica ma anche e soprattutto di un fatto psicologico: avere denti dritti, curati e regolari ci rende sicuri di noi stessi, mentre non avere quello che è considerato “un bel sorriso”, costituisce un problema che sicuramente incide nei rapporti sociali.

Malocclusioni dentali, denti storti o non allineati sono inestetismi molto comuni, risolvibili con l’utilizzo dell’apparecchio fisso.

Per aiutare il nostro organismo a prevenire le patologie orali più diffuse, possiamo intervenire anzitutto attraverso una corretta pulizia dei denti a casa, da svolgere dopo ogni pasto, e con una buona igiene dentale professionale, effettuata periodicamente dal proprio dentista di fiducia.

  • Risoluzione delle disfunzioni temporo-mandibolari e occlusali
  • Miglioramento della masticazione
  • Riallineamento dentale

Ortodonzia fissa: di che cosa si tratta?

Le anomalie relative alla posizione dei denti, che alterano l’estetica del volto (e non solo), possono essere corrette tramite l’utilizzo di apparecchi fissi. 

Si tratta di bande (o brackets), in metallo, ceramica o titanio (utilizzate in caso di allergie al nichel o altri metalli), fissate in modo permanente sui denti e collegate tra di loro da fili metallici. Tali bande sono da mantenere finché l’azione dell’apparecchio fisso non si considererà conclusa. 

I vantaggi ottenuti dall’ortodonzia fissa, come anticipato, non sono solo di tipo estetico: l’apparecchio, infatti, va a migliorare l’aspetto generale del proprio sorriso ma è anche in grado di correggere problemi di masticazione, di deglutizione e di pronuncia.

Apparecchio fisso: le fasi

Soprattutto durante la crescita, i bambini possono presentare problemi a livello mandibolare: capita infatti che la mascella si sviluppi troppo o troppo poco. In questo caso, è necessario intervenire con un trattamento ortodontico. 

Durante la prima fase il nostro ortodontista si occuperà della diagnosi, procederà quindi con tutte le analisi e gli esami necessari, quali panoramiche e impronte, per stabilire quale tipo di problemi occorre risolvere.

Successivamente verrà definito il piano di intervento che sarà seguito durante tutta la terapia ortodontica. 

L’ultima fase prevede l’applicazione dell’apparecchio fisso, che agisce sullo spostamento dei denti e che, in fase di sviluppo, indirizza correttamente la crescita ossea. In questo modo vengono regolate le malocclusioni e si raggiunge l’occlusione dentale corretta.

Quando è necessario mettere l’apparecchio fisso?

Abbiamo parlato di malocclusione, ma i modi errati di chiudere la bocca vengono classificati in tre classi dentali:

  1. La prima classe dentale indica una situazione nella quale l’occlusione dei denti avviene in maniera corretta, tuttavia ci sono problemi di affollamento o diastemature.
  2. La seconda classe dentale riguarda un problema di posizionamento dei denti superiori, che sono troppo sporgenti rispetto ai denti dell’arcata inferiore: ciò causa squilibrio tra mascella e mandibola.
  3. Nella terza classe dentale i denti inferiori della mascella sporgono molto in avanti rispetto ai denti superiori della mandibola (il cosiddetto “mento sporgente”).

In tutti e tre i casi, l’ortodonzia fissa è in grado di correggere la malocclusione e riposizionare i denti in maniera ottimale.

Un sorriso bello e sano? Scopri come ritrovarlo con i nostri trattamenti ortodontici!

Quando ricorrere all’ortodonzia fissa?

Esistono diversi tipi di malocclusione, che portano i dentisti a decidere di intervenire con l’ortodonzia fissa. Ad esempio l’affollamento dentale, la presenza di diastemi, il morso aperto, il morso incrociato, il morso profondo e molti altri. 

Vi sono poi situazioni, che coinvolgono per lo più gli adulti, in cui l’assenza prolungata di elementi dentali permette ai denti presenti di spostarsi, non consentendo un corretto posizionamento di protesi o impianti dentali necessari alla riabilitazione del paziente.

Infine, ci sono casi di malocclusione, come quella del morso incrociato, che provocano problemi che vanno al di là dell’estetica: come le complicazioni a livello fonetico, risolvibili solo attraverso l’azione combinata di dentista e logopedista.

Apparecchi fissi per bambini: prendersi cura del sorriso sin da piccoli

Occuparsi del benessere dei denti sin dai primi anni di vita è di fondamentale importanza. Infatti, intervenire da subito, per risolvere un errato posizionamento dei denti o un’anomalia legata allo sviluppo delle ossa mascellari, è necessario per anticipare l’insorgenza di altre problematiche come la compromissione di alcune funzionalità, come quella fonatoria e quella masticatoria.

 L’apparecchio fisso è lo strumento più efficace per risolvere molte delle anomalie legate all’arcata dei denti di adulti e piccini. Non esiste un’età minima per l’applicazione dell’apparecchio ortodontico ed è possibile intervenire sin dalla tenera età (6-7 anni).

 Our dental office, in Grosseto, is ready to define with you a therapeutic plan to make you smile again in total serenity, with a beautiful and healthy smile. [/ vc_column_text]

[/ vc_column] [/ vc_row]